Triumph Bonneville T214 Limited Edition: celebrando Johnny Allen

Triumph Bonneville Limited Edition per celebrare il record di velocità su terrà conquistato dal Texano Johnny Allen nel 1956 sul Lago Salato di Bonneville

Triumph Bonneville T214

Triumph Bonneville T214 Limited Edition – La prestigiosa casa motociclistica britannica celebra le imprese del pilota texano Johnny Allen che nel 1956 in sella alla Cee-Gar motorizzata Triumph conquistò il primo di molti record di velocità sul lago salato di Bonneville con una strepitosa media di 345,06 Km/h (pari a 214,40 mph).

Il Texas Cee-Gar era uno straordinario streamliner aerodinamico con motore Triumph Thunderbird da 650 cc alimenatato a metanolo costruido dal pilota di linea J.H. “Stormy” Mangham e dal concessionario, esperto di tuning e preparazioni di Fort Worth, Jack Wilson. Il 6 settembre 1956 il texano Allen di fronte ai giudici della AMA e FIM fisso il record di velocità assoluto su terra per una motocicletta con 345,06 Km/h. La Triumph Bonneville prende il nome proprio da questa impresa.

Triumph Bonneville T214 5

La Bonneville T214 Limited Edition, che rende omaggio alla Cee-Gar, parte dalla Triumph Bonneville T100 Black ed è caratterizzata dalla colorazione Caspian Blue / Pure White (completamente applicata a mano) e rifiniti dal dettaglio di una bandiera a scacchi bianchi e rossi, la stessa che era presente sullo streamliner di Allen. Il parafango anteriore blue ricorda il motivo a stella bianca della Cee-Gar, quello posteriore corto, insieme ai cerchi, manubrio e molle posteriori, di color scuro sottolinano l’aspetto classico della moto. Ultimi dettagli le cuciture rosse della sella e il faro anteriore più piccolo.

La Triumph Bonneville T214 è prodotta in solo 1000 esemplari numerati ed è venduta ad un prezzo di circa 10.000 euro.
Un’ultima curiosità il record di Allen durò fino al 1962 quando Bill Johnson tocco i 361,43 Km/h con uno streamliner sempre motorizzata Triumph.

Paolo Morandi

Posted by Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi. Le due basta che abbiano carattere da vendere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.