BMW Concept 101: a Villa D’Este la special firmata Roland Sands

Se per voi bagger è la ricezione bassa della pallavolo non è esattamente il post giusto per voi, qui si parla di moto…e che moto…

BMW Concept 101 20

BMW Concept 101 – Villa d’Este è la vetrina di quanto più sopraffino e lussuoso si possa vedere in ambito di stile automobilistico (alla pari di Peeble beach in California). Generalmente se ne parla per auto d’epoca dal fascino unico e pezzi rari dai prezzi stellari.

Ma c’è un intrusa a due ruote che ha fatto bella mostra di se in quel di Cernobbio. Si tratta della Concept 101: una special grande e sinuosa su base k 1600. Si avete capito bene, un gran pezzo di meccanica rielaborato e ristilizzato da BMW ma con la collaborazione di Designworks e dei mitici ragazzi di Roland Sands Design: braccia e menti che già furono “colpevoli” di aver creato la concept  R 90 S ovvero il prototipo della  NineT.

Il centro stile BMW e i partner dietro a questo progetto sono tutti residenti in California, fucina attiva di idee e realizzazioni motociclistiche e automobilistiche molto à la page. Laggiù nascono tendenze che prima o poi incontrano i nostri gusti o ci fanno subito innamorare.  In questo caso la concept BMW rispecchia i dettami molto americani delle bagger, lunghe custom da viaggio, spogliate da ciò che le rende alte e “alla Chips” e trasformate in delle lunghe gattone acquattate sugli asfalti delle higway. Spesso le borse o semplicemente i parafanghi di queste moto sono allungati e dall’aria “fifty”, quasi a simulare le mitiche code delle auto degli anni cinquanta. La Concept 101 ha una grande ruota anteriore, un parabrezza ridotto che rende il cupolino compatto e sportiveggiante e la sella bassa con le valigie lunghe e filanti. Sotto di esse scorrono allungati i silenziatori con uscite laterali molto “hot rod”.

BMW Concept 101 12

Questa moto dall’aspetto low rider, colpisce subito per eleganza ed originalità. Se potessimo farlo, ci complimenteremmo di persona con i creatori della bagger perché la moto non è yankee, nel senso degenere del termine, ha, si, le linee classiche americane che ci piacciono ma senza esagerazioni pacchiane.

Il corpo di questa due ruote da 1600 cc e sei cilindri tonanti è sinuoso e molto “fluido”: dà l’idea di qualcosa di uniforme e ben riuscito. Avete notato poi, le finacatine con fregi in legno che si ripetono sulle borse laterali? E cosa dire degli splendidi fari, quasi automobilistici, che suggellano un posteriore da sballo?

A noi piace; certo, non per girare in un paesino dalle strade strette del Gargano ma per calcare le polverose ed assolate strade della California, come la Highway 101 (da cui il nome), a pochi passi dalla sede di Designworks che le ha dato i natali.

Un ultima curiosità: sapete come si traduce in unità metrica americana (cubic  inches) la cilindrata di 1649 cc di questa  Concept 101? 101, appunto.

Mauro Di Mise

Posted by Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.